PETIZIONE DEI DIRITTI
(Petition of Rights, 1628). Richiesta presentata dal parlamento inglese a Carlo I Stuart. Si rivendicava l'intangibilità della libertà personale e il diritto del parlamento a controllare la legittimità delle richieste del re in materia finanziaria e fiscale. Il re fu costretto ad accettarla ma un anno dopo sciolse il parlamento e avviò una spietata politica repressiva.