Progetti realizzati in anni precedenti:


Ampliamento offerta formativa
Le attività istituzionali che l’istituto offre agli studenti, in risposta ad esigenze specifiche dell’utenza si
realizzano attraverso vari progetti, alcuni consolidati da anni:
Orientamento in entrata
Orientamento in uscita
Continuità
Alternanza Scuola-Lavoro
Centro sportivo scolastico
La rete “Storia e Memoria"
Un aiuto in matematica
Musical
Coro Kappa
Laboratorio fotografico
Alfabetizzazione per studenti non italofoni
Certificazioni in lingua straniera (inglese-francese-tedesco-spagnolo)
Corso di lingua francese
Sportello di ascolto SPA
Attività alternative all’insegnamento della R.C.
Attività didattico-formative durante le ore di sostituzione dei colleghi assenti
Biblioteca



ORIENTAMENTO IN ENTRATA
L’istituto organizza:
• Giornate di scuola aperta;
• Attività di pubblicizzazione con manifesti e volantini;
• Pubblicità tramite sito web;
• Incontro con rappresentanti della Comunità europea.
Inoltre sono previste varie attività:
Programmazione con i referenti delle scuole secondarie di 1° grado per consolidare il modello di
orientamento.
I consigli di classe iniziali potranno programmare (anche col supporto di esperti esterni, CIOP, psicologa,
ecc):
• Attività per tutti gli studenti finalizzate alla conferma della scelta o al ripensamento sul corso di studi
intrapreso;
• Attività di orientamento attraverso le discipline al fine di chiarire ai ragazzi quali abilità e quali
competenze sviluppa lo studio all’interno del curricolo previsto dal corso di studio scelto;
• Nuclei tematici di interesse generale (a cui concorrono le discipline dell’area comune ciascuna per le
proprie competenze);
• Nuclei tematici specifici (alla cui realizzazione concorrono le discipline specifiche di indirizzo);
• Attività di potenziamento attraverso l’uso delle tecnologie informatiche impiegate per costruire ipertesti
sui temi pluridisciplinari per il potenziamento delle competenze e il rafforzamento delle motivazioni;
• Attività di recupero, per gruppi all’interno della classe o per classi aperte, secondo modalità da definire
in base ai bisogni e alle disponibilità di risorse (personale docente, finanziamenti, logistica, supporti
audiovisivi).
Nella prima settimana dell’anno scolastico di attività, agli alunni classi prime viene svolta l’accoglienza
così strutturata:
- Presentazione dell’indirizzo scelto;
- Orientamento interno;
- Primo percorso di educazione alla convivenza civile;
- Patto educativo;
- Test (di interessi, cognitivi, ecc).
Nel corso della prima settimana possono essere previste attività propedeutiche mirate a potenziare le
abilità di studio e a favorire il successo scolastico articolate in:
• Modulo sul metodo, per addestrare alle tecniche di ascolto, lettura e scrittura. Attività affidata ai
docenti della classe che utilizzano le proprie discipline per lavorare sul metodo: questo modulo si può
sviluppare sia in orario curricolare che in orario extracurricolare.
• Laboratori e attività di compensazione e recupero, con realizzazione di attività finalizzate a far
focalizzare agli alunni i propri punti deboli e i propri punti forti e a trovare le strategie adeguate a
trasformare l’insuccesso in successo formativo.
In itinere:
Monitoraggio: avviene soprattutto a livello di Consiglio di Classe dove necessaria la segnalazione
dell’insuccesso disciplinare e l’indicazione del tipo di intervento e dove possibile la verifica della positiva
ricaduta sulla attività didattica di classe e del grado di recupero individuale.
Dialogo con coordinatore e/o docenti della classe.
Dialogo con esperti dello Sportello Prima Accoglienza.
Al termine della attività di accoglienza alunni incontro dei docenti del Consiglio di classe con i genitori degli
alunni delle classi prime per:
• Presentare l’istituto;
• Patto educativo;
• Organizzazione interna;
• Presentazione del POF.
In itinere:
Colloqui individuali con i singoli docenti e\o il coordinatore/trice di classe per una informazione continua
sul grado di inserimento, l’opportunità della scelta, la situazione didattica, gli interventi da attivare.
Sportello di consulenza e aiuto psicologico.

ORIENTAMENTO IN USCITA per le classi 4e e 5e:
Orientamento universitario e al mondo e al mercato del lavoro
• Incontri-conferenze con docenti di aree diverse;
• Esperienze lavorative e stage estivi;
• Partecipazione a laboratori aperti presso le sedi universitarie limitrofe;
• Seminari sulla nuova disciplina giuridica del mercato del lavoro (cosiddetta Legge di riforma Biagi);
• Visite aziendali ed attività di orientamento con la collaborazione di UNINDUSTRIA.

CONTINUITÁ
Nel passaggio tra scuola superiore di 1° grado e scuola superiore di 2° grado si auspica la formazione di
gruppi di lavoro tra docenti dell’I.I.S.S. Keynes e scuole del territorio finalizzati a costruire percorsi didattici
condivisi relativi alle competenze esprimibili in termini di conoscenze ed abilità.
Nel passaggio dal biennio al triennio possono essere previste attività di continuità per potenziare e di
orientamento per sviluppare quelle competenze ritenute indispensabili per favorire il successo scolastico e
per facilitare l’inserimento nel triennio.
Sono da prevedere attività appropriate sia potenziare ulteriormente il metodo di studio, sia per sviluppare
la conoscenza di se e delle proprie attitudini.
Per tutte le classi del triennio si possono prevedere attività da svolgere, attraverso le discipline, per
accrescere le competenze e favorire il raggiungimento degli obiettivi caratterizzanti il curricolo di studio
scelto, favorendo le integrazioni al curricolo stesso attraverso:
• Potenziamento della conoscenza delle lingue straniere;
• Potenziamento delle competenze informatiche;
• Addestramento alla ricerca con il supporto della biblioteca (per le classi 4e);
• Attività. di potenziamento dell’area scientifica, mediante attività laboratoriali;
• Nuclei tematici su attività musicali, teatrali, cinematografiche e di letteratura;
• Lavoro di ricerca anche in forma seminariale (classi 5e).

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
Da anni l’Istituto partecipa ai progetti di “Alternanza Scuola-Lavoro” che vede coinvolti tutti gli Istituti
Tecnici per Geometri della Provincia di Bologna, l’‘Ente di formazione I.I.P.L.E. (Istituto istruzione
professionale lavoratori edili) e la Provincia di Bologna.
Le finalità e gli obiettivi globali sono i seguenti:
• assicurare ai giovani l’acquisizione, oltre che di competenze di base, di conoscenze tecniche
spendibili nel mondo del lavoro;
• offrire periodi di apprendimento in situazione lavorativa per maturare competenze richieste nel mondo
del lavoro;
• far sperimentare un periodo di apprendimento mediante un’esperienza di lavoro come parte integrante
del percorso formativo personalizzato, volto alla realizzazione del profilo educativo, culturale e
professionale del corso di studi e degli obiettivi generale e specifici di apprendimento.
Dall'anno scolastico 2011-2012 l'attività si è estesa anche alle classi quarte dell'indirizzo commerciale.
Viene svolta direttamente dalla scuola, senza collaborazione esterna e con il collocamento degli alunni per
2/3 settimane presso aziende del territorio.
Inoltre, gli alunni hanno l’opportunità di cimentarsi in esperienze lavorative mediante stage estivo
(tirocinio formativo di orientamento al lavoro) che da anni l’Istituto organizza stipulando apposite convenzioni
con le aziende ed enti del territorio.

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO
Tale progetto per promuovere iniziative rivolte a favorire ed ampliare le attività ludico-motorie e sportive,
all’interno del mondo della scuola, che possano rappresentare un momento di crescita umana, civile e
sociale e possano inoltre fornire i dovuti contributi di prevenzione e rimozione del disagio giovanile nei suoi
vari aspetti.
Attività proposte:
• Avviamento pratica sportiva: tornei interni di pallavolo e calcetto;
• Progetto sci: soggiorno in montagna con allenamenti e gara di istituto;
• Nuoto, tennis, Freesbee, difesa personale;
• Corsa campestre ed atletica leggera;
• Giornata dello sport;
• Partita di calcio con sezione Dozza;
• Giochi sportivi studenteschi: fase provinciale per corsa campestre ed atletica leggera.

LA RETE “STORIA-MEMORIA”
La scuola aderisce alla rete “storia e memoria” promuovendo la partecipazione della società civile agli
eventi della seconda guerra mondiale promossa dal Liceo Scientifico “E.Fermi” di Bologna che coordina15
Istituti secondari di 2° grado e due istituti secondari di 1° grado della Regione Emilia-Romagna.
Costituita nel dicembre 2005, si propone di creare un reciproco sostegno tra le scuole aderenti per la
sperimentazione di nuovi percorsi didattici miranti a realizzare con maggior successo gli obiettivi formativi
delle discipline, grazie anche al coinvolgimento ed al supporto di istituti di ricerca ed associazioni culturali e
professionali presenti sul territorio.

UN AIUTO IN MATEMATICA
Tale progetto, che si svolge da novembre a fine maggio, coinvolge gli alunni del biennio per una/due ore
settimanali ed ha come obiettivi:
• il recuperare e/o potenziare le abilità di base;
• il consolidare le abilità acquisite.

MUSICAL
Alla realizzazione del progetto possono partecipare tutti gli allievi dell’Istituto, per fare una esperienza
artistica complessa, ma nello stesso tempo stimolante. Infatti gli allievi si possono cimentare nella
realizzazione di :scenografie, costumi, luci, attrezzeria, direzione di scena e regia.
L’impegno si può quantificare in un incontro settimanale, con esibizione finale.

CORO KAPPA
Il progetto è rivolto a tutti gli studenti dell’Istituto e prevede un impegno settimanale di circa una ora, con
esibizione finale ed ha i seguenti obiettivi:
• far avvicinare gli studenti alla musica, in particolare classica;
• approccio al canto corale.

LABORATORIO FOTOGRAFICO
Il progetto è dedicato agli alunni diversamente abili, ma esteso a tutti gli alunni dell’istituto.
Ha come finalità generale:
• favorire l’integrazione tra gli studenti;
• realizzare le foto di classe.

ALFABETIZZAZIONE PER STUDENTI NON ITALOFONI
Il progetto si rivolge agli alunni non italofoni, sia di prima alfabetizzazione sia a quelli che hanno già
raggiunto un buon livello nella conoscenza della lingua italiana, ma che hanno ancora bisogno di un
supporto per poter migliorare le loro competenze riguardo alla lingua italiana per lo studio. I corsi di
alfabetizzazione sono svolti sia dai Docenti interni che da Docenti esperti.

CERTIFICAZIONI IN LINGUA STRANIERA (inglese-francese-tedesco-spagnolo)
Il progetto si prefigge l’organizzazione di corsi di preparazione alle tipologie di test della University of
Cambridge per i livelli B1 (PET) e B2 (First Certificate) per la lingua inglese, per il livello B1 (DELF) per la
lingua francese, per il livello B1 (DELE) per la lingua spagnola.

CORSO DI LINGUA FRANCESE (dalla classe 3a)
Il progetto, iniziato nell’anno scolastico 2010-2011, è rivolto agli alunni delle classi terze che ne fanno
richiesta, ed ha i seguenti obiettivi:
• Comprendere/esprimersi con correttezza grammaticale e lessicale, in forma semplice scritta/orale in
L2 richiesta e non prevista dal corso autorizzato dalla Riforma;
• Approfondire la lingua francese L2 studiata nelle ore curriculari;
• Favorire l’approccio interculturale grazie anche alla presenza di docente madrelingua.

SPORTELLO DI ASCOLTO (SPA)
Progetto le cui finalità generali dello Sportello di Prima Accoglienza (SPA) sono:
• la prevenzione del disagio e dei comportamenti a rischio fra gli /le alunni/e;
• la lotta alla dispersione scolastica.

ATTIVITÁ ALTERNATIVE ALL’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA
L’offerta formativa del nostro Istituto, secondo i principi della laicità dello Stato e dell’insegnamento stabiliti
dalla Costituzione, favorisce la libertà religiosa dello studente e/o della famiglia, senza alcun tipo di
discriminazione e perciò tutelando tutti i soggetti.
Ai sensi della CM 316/87, delle sentenze n 13/91 e 290/92 della Corte Costituzionale “La scuola deve
offrire l’attività alternativa allo stesso modo con cui offre l’insegnamento della religione cattolica”.
A tal fine nel modulo di iscrizione la famiglia può scegliere, per l’attività alternativa, tra le seguenti 4 opzioni:
A. attività didattiche e formative:
• Area Umanistica;
• Area Tecnica;
• Area Scientifica;
• Area Linguistica;
B. attività di studio e/o di ricerca individuale con assistenza del personale docente;
C. libera attività di studio e/o di ricerca individuali con sorveglianza di personale docente;
D. Non frequenza della scuola nelle ore di insegnamento della religione cattolica.
Per le attività A, B, C si predispongono appositi locali.
Nel caso la famiglia scelga l'opzione A, l'istituto organizza, in base all’area scelta, l’attività di studio
pianificata in progetto.
I progetti predisposti per l’a.s. 2012-2013 prevedono una serie di percorsi di approfondimento e di studio
guidato da un insegnante, assegnato a ciascun gruppo-classe, definiti su tematiche di interesse culturale,
morale, esistenziale. Le aree disciplinari maggiormente coinvolte sono quella linguistico – storico –
geografica, e quella tecnico – scientifica. L’idea è quella di offrire agli studenti un’attività che possa essere di
stimolo e d’aiuto alla loro ricerca esistenziale e valoriale e di supporto e sostegno alla crescita culturale.
Le attività B e C prevedono, classe per classe, un’attività di studio ed approfondimento delle discipline di
insegnamento, guidate e/o sorvegliate anch’esse da un insegnante assegnato a ciascun gruppo-classe.
La valutazione delle attività didattiche e formative, analogamente a quanto avviene per la religione cattolica,
non fa media alla fine dell’anno scolastico e non determina debiti o la mancata promozione; nello scrutinio
finale, nel caso in cui si richieda una deliberazione da adottarsi a maggioranza, come ad esempio per il
credito formativo, il voto/giudizio espresso dall’insegnante dell’attività alternativa, allo stesso modo
dell’insegnante di religione cattolica, se determinante, diviene un giudizio motivato iscritto a verbale, come
stabilito dal Consiglio di Stato (sentenza n. 2749 del 7 maggio 2010).

ATTIVITÀ DIDATTICO-FORMATIVE DURANTE LE ORE DI SOSTITUZIONE
Il progetto avviato nel corrente anno scolastico si prefigge l’organizzazione e lo svolgimento, da parte di
docenti disponibili a sostituire eventuali colleghi assenti, di attività didattiche e formative suddivise in microunità
di apprendimento della durata di circa un’ora.

BIBLIOTECA
A) Aperture antimeridiane.
B) Servizi offerti:
1. Prestito dei libri, riviste, audiolibro;
2. Informazione e documentazione;
3. Consulenza bibliografica e promozione alla lettura.





img
img
Valid XHTML 1.0 Transitional